Si tratta indubbiamente di uno dei periodi più stressanti dell’anno, il rientro dalle vacanze estive, quando si lasciano alle spalle l’ombrellone, la sabbia e il sole per incanalarsi nel traffico e tornare alla quotidianità con la prospettiva dell’autunno. Può tuttavia rivelarsi un quadro un po’ meno negativo se si decide di affrontare questo periodo con positività ed energia nuova. La ripresa, i figli che arrancano per terminare i compiti, la gestione del tempo che sembra non bastare mai, tutto può essere reso più leggero se ci affidiamo ai dimostrati benefici dello Yoga. Da diversi anni, l’occidente si è aperto a questa antica disciplina orientale, imparando ad inserirla nella nostra vita quotidiana e scoprendone le numerose qualità.

Studi recenti dimostrano che all’incirca un lavoratore su quattro è stressato dal lavoro, viviamo una vita frenetica e siamo spesso sopraffatti dagli impegni. Ma a lungo andare, questo errato modo di vivere ci chiede il conto del tempo sacrificato, fino ad arrivare ad un vero e proprio esaurimento da lavoro, o sindrome da burnout, in senso letterale “bruciato, fuso, esaurito”.  Caratterizzata da esaurimento fisico ed emotivo, è conseguenza di uno stress emotivo cronico e persistente, la risposta individuale ad una situazione professionale percepita come logorante dal punto di vista psicofisico. “Allo scopo di prevenire e combattere il burnout sarà necessario prendersi cura di sé. Mantenere delle sane abitudini come l’esercizio fisico, un’alimentazione corretta e dei legami interpersonali gratificanti […]” afferma la psicoterapeuta di Humanitas Gavazzeni Agnese Rossi.

Lo Yoga, attraverso le sue posture fisiche (asana) e la consapevolezza che il respiro agisce sul sistema nervoso e condiziona gli stati mentali (pranayama), offre dei validi strumenti per affrontare con maggiore serenità la vita di tutti i giorni. Nel contempo, si tratta di un esercizio fisico notevole per chi pratica anche l’Hatha Yoga, e aiuta a mantenersi in forma e a ritrovare il benessere psicofisico. Il 60% degli Italiani accusa dolori cervicali, “in Italia sono circa 15 milioni le persone che soffrono di cervicalgia” afferma Paolo Cherubino, ex-primario della Clinica di Ortopedia di Varese ed ex-presidente della Società Italiana di Ortopedia e Traumatologia. Lo Yoga è un alleato della salute, combatte il dolore cervicale e il mal di schiena, purtroppo spesso conseguenze dell’inevitabile ma pur sedentaria vita d’ufficio. Alcune fra le più importanti aziende lo hanno inserito come attività per i dipendenti, testimoniando una correlazione tra la pratica dell’antica disciplina e la riduzione dello stress e delle assenze per malattia, che si traduce in un miglioramento dell’andamento aziendale. E’ sufficiente una pratica alla settimana, come ha dimostrato uno studio condotto dai medici dell’università gallese di Bangor, segnalato dal quotidiano “The Indipendent”.

Prendersi del tempo per sé all’interno della giornata lavorativa regala quindi importanti benefici per la nostra salute mentale e fisica. Non c’è niente di meglio che avere la possibilità di staccarsi dal rumore del mondo che ci circonda, per dedicarsi a una pratica di Yoga durante la pausa pranzo. Ecco una novità inserita quest’anno alla Settimo Ballet School, dove la pratica Yoga si inserisce per la prima volta anche in contesto di pausa pranzo, tutti i venerdì dalle 12:30 alle 13:45. Le altre possibilità settimanali sono il lunedì sera dalle 20:00 alle 21:15 e il mercoledì mattina dalle 9:30 alle 10:45. Per dare un vero significato alla parola “pausa”, per prendersi una reale pausa da tutto, impegni, lavoro, colleghi, figli, e ritrovare l’equilibrio giusto per affrontare con maggiore serenità la vita che scegliamo.

Elisa Pravettoni

Elisa Pravettoni

Membro del Consiglio Internazionale della Danza (CID) c/o Unesco. Insegnante certificata di Danza Classica RAD RTS (Royal Academy of Dance)